Iscrizioni Grand Prix Triathlon 2017

2017 Sapri onSAPRI, 1a tappa 2017 CesenaticoITA onCESENATICO, 2a tappa

2017 PalermoITA onPALERMO, Finale

Grand-Prix Logo150

Annamaria Mazzetti e Gabor Faldum vincono la Finale di Sapri.

TD Rimini e Minerva Roma ‘inossidabili’ conquistano rispettivamente la vittoria femminile e quella maschile. Premio ”Emilio Di Toro” ad Ilaria Zane e Daniel Hofer.

Ancora loro è proprio il caso di dire, ancora TD Rimini e Minerva Roma che, per il terzo anno consecutivo, conquistano la testa della classifica del Grand Prix Italia Triathlon, aggiudicandosi la vittoria rispettivamente nella graduatoria femminile ed in quella maschile!

Gradino più alto del podio alle due imbattibili società che dal 2014 non mancano mai l’Oro: TD Rimini e Minerva, meritevoli di aver preso parte, con i migliori piazzamenti, a tutte e tre le prove con atleti elite, giovani e stranieri, al circuito internazionale che dopo 3 anni, sta sempre più crescendo ed entrando a far parte degli eventi di prestigio del calendario FITRI.
Tre le gare che hanno caratterizzato il circuito quest’anno, da maggio a Roma, passando per Cesenatico a settembre ed oggi la Finale a Sapri: alle spalle della vincitrice TD Rimini, nella classifica finale femminile è ancora la Minerva Roma, subito seguita dal Cremona Stradivari 3^; così come, nella classifica maschile, a condurre è Minerva Roma, seguita dalla seconda TD Rimini e terza dal CUS ProPatria Milano.

Ad accedere al montepremi in campo femminile, secondo ordine di graduatoria (classifica completa) ed in campo maschile.

Gare individuali:
Sapri ha accolto questa Finale oggi, una gara su distanza sprint come recita il regolamento, in cui hanno dominato in campo femminile a livello individuale la campionessa Annamaria Mazzetti ed in campo maschile il magiaro Gabor Faldum.

Mazzetti chiude in bellezza la stagione e si aggiudica la vittoria nella Finale Grand Prix Trithlon Italia. Ancora una soddisfazione per la portacolori delle Fiamme Oro che, dopo la conquista del titolo tricolore sprint a Riccione due settimane fa, mette punto alla stagione 2016 con una nuova vittoria e sale ancora una volta da protagonista sul gradino più alto del podio individuale di una Finale Grand Prix, esattamente come accadde lo scorso anno a Cagliari.

Una gara tutta in evidenza, quella di Annamaria, uscita tra le prime dai 750m a nuoto, in 6^ posizione parziale, alle spalle della giovane Sharon Spimi 1^ (Pol.Riccione) ed interprete del miglior tempo a nuoto, di Giulia Sforza (Cremona Stradivari) 2^, della magiara della TD Rimini Zita Bragmayer 3^, delle portacolori della DDS rispettivamente Alessia Orla 4^ e di Charlotte Deldaele 5^; alle spalle di Mazzetti, le atlete Veronica Signorini (Cremona Stradivari), Ilaria Zane (DDS), Alice Comotto (Minerva Roma), Sara Papais (TD Rimini), Verena Steinhauser (Cremona Stradivari), Michela Pozzuoli (Minerva Roma) e Mateja Simic (DDS), tutte dal nuoto molto ravvicinate, entrano in T1.

Dietro, un ulteriore gruppo di una decina di atlete , tra loro anche la giovane vicecampionessa italiana Mallozzi (Minerva Roma) e Federica Parodi (TD Rimini), quest’ultima artefice del miglior tempo nell’ottima frazione in bici.
Nella frazione ciclistica, per i 20km previsti, la Mazzetti ha proseguito la sua gara controllando nel gruppo alla guida dello sprint, per poi entrare ed uscire veloce dalla T2 e proseguire decisa fino al traguardo, nei 5km di corsa previsti, senza rivali e con il miglior tempo realizzato nella frazione a piedi, facendo fermare il cronometro con ben 26 secondi di vantaggio sulle avversarie e con un tempo complessivo di 1.00.28.

Uscita in seconda posizione dalla T2, da registrare purtroppo per una delle principali favorite, Mateja Simic, il ritiro dopo il primo giro a piedi, per un risentimento dopo una fastidiosa influenza in questi giorni pre-gara.

Dominio di Annamaria Mazzetti per la prima posizione come da pronostici, mentre la lotta per il secondo e terzo posto, ha visto un avvincente spalla a spalla tra la Zane e la Bragmayer, con volata finale al fotofinish, che ha assegnato l’argento alla portacolori della DDS Zane, migliore dell’atleta magiara della TD Rimini Bragmayer, terza sul podio: entrambi concludono con il tempo complessivo di 1.00.58.
Per Ilaria Zane anche la soddisfazione di portare a casa il Premio Emilio Di Toro, brava Ilaria che ha partecipato quest’anno a tutte e tre le prove conseguendo i migliori piazzamenti.

La top ten femminile della gara Finale, si completa con il 4° posto ai piedi del podio di Alessia Orla, seguita dalla campionessa tricolore di olimpico Verena Steinhauser 5^, 6^ Federica Parodi, 7^ Charlotte Deldaele, 8^ Sara Papais, 9^ Ines Santiago e 10^ in top ten grazie ad una bella rimonta a piedi, Beatrice Mallozzi.

La gara finale maschile, ha parlato magiaro, con la vittoria di Gabor Faldum ‘ingaggiato’ dalla PPR Team, che si è imposto sul francese della TD Rimini Felix Pierre Duchampt 2° e sull’azzurro del CUS Trento, Gianluca Pozzatti, ottimo 3° al traguardo.

Gara tiratissima fin dalle prime bracciate e molto combattuta, che ha visto migliore tra tutti Faldum: uscito dal nuoto sesto al fianco di Valerio Patanè (ProPatria Milano), a dieci secondi dal primo Pozzatti, l’ungherese della PPRTeam in bici ha avuto qualche problema, ma tutto superato con una corsa che non ha avuto rivali, con il miglior tempo di frazione della giornata, che gli ha regalato l’oro della Finale, in 53.55.

Alle sue spalle il francese Felix Pierre Duchampt, in gara per la TD Rimini, che dopo un nuoto un po’ in ritardo che lo ha visto uscire dall’acqua 26° a circa 20” dalla testa della gara, grazie ad un buon recupero in bici e ad una decisa frazione di corsa, è riuscito a non mancare il podio, concludendo con un tempo di 54.15.
Per Pozzatti bella prova, sempre tra i protagonisti della giornata: ad uscire sulla spiaggia dopo i 750 metri a nuoto proprio lui, al fianco di Stefano Rigoni (Padovanuoto) e subito seguiti d Marco Corrà (Minerva Roma) , da Michelangelo Parmigiani (Pol.Riccione) e da Ricardo Hernandez (Cremona Stradivari).
Usciti dalla T1, la frazione di ciclismo ha inizialmente visto il formarsi di due gruppi, ma nel corso del primo giro, si sono riuniti in un unico grande gruppo di oltre 30 atleti e giunti tutti insieme, dopo i 20 km in T2: per Gianluca Pozzatti un ciclismo controllato senza spendere troppe energie per risparmiarsi sulla veloce frazione a corsa finale, transizione veloce e gli ultimi 5 km al termine dei quali ha raccolto il terzo posto in un tempo complessivo di 54.24.

Subito ai piedi del podio, 4° Daniel Hofer (CS.Carabinieri) che porta a casa un’ottima posizione individuale dopo il bel successo del titolo conquistato nei tricolori sprint a Riccione, grazie alla sua veloce e solida frazione a piedi, che ha fatto fermare il tempo complessivo della sua gara di Grand Prix in 54.39 e gli ha consentito di vincere il Premio Emilio Di Toro, quale miglior atleta uomo dell’intero circuito, grazie alla partecipazione a tutte e tre le tappe e grazie ai maggior numero di punti raccolti.

A chiudere in top 5, Dario Chitti (CUS Parma) con un tempo di 54.46. La top ten si completa con il portacolori della TD Rimini Premysl Svarc 6°, subito seguito in 7^ posizione dal portacolori delle Fiamme Azzurre Delian Stateff, 8° l’atleta della Cremona Stradivari Ricardo Hernandez, 9° Lorenzo Ciuti della Minerva Roma e 10° Valerio Patanè (Pro Patria Milano).

Le dichiarazioni dei protagonisti:

Annamaria Mazzetti: “Negli sprint mi sento sempre a mio agio – dichiara Mazzetti al traguardo – ma è stata comunque una gara abbastanza dura, sia per la stanchezza dovuta ad una stagione agonistica davvero lunga, sia per il caldo rispetto allo sbalzo delle temperature di questi giorni al nord. Ho sofferto un po’ a piedi ma molto soddisfatta per la vittoria, ci tenevo in modo particolare alla Finale di Grand Prix anche per l’importanza del circuito federale”.

Ilaria Zane: “E’ andata bene! Sono riuscita a mantenermi concentrata e controllare bene anche in bici. Contenta di questo secondo posto, ora mi aspettano altre gare nelle prossime settimane, spero di poter far bene, mi sento ancora parecchio carica”.
Ma Ilaria Zane con questa Finale si aggiudica anche il Premio Emilio Di Toro, per il quale afferma: “E’ la prima volta che vinco un riconoscimento di questo circuito, è una soddisfazione. Belle le tre gare, Roma è stato emozionante gareggiare nella capitale, a Cesenatico ottima organizzazione e bel posto, qui a Sapri è stato come allungare l’estate”.

Zita Bragmayer: “Felice di aver partecipato a questa bella gara e ben organizzata, brava Ilaria che mi ha vinto nello sprint , molto contenta di essere stata in questo circuito e di questa bella esperienza con la TD Rimini”.

Gabor Faldum: “Una frazione ciclistica molto tecnica, nella quale non sono riuscito ad esprimermi ma sono comunque riuscito a riprendermi con la corsa in cui ho dato tutto. Bella gara e bel posto, sono molto contento di aver gareggiato qui a Sapri.”

Felix Pierre Duchampt: “Contento di questo piazzamento perché alle spalle di un ottimo atleta come Faldum, ho faticato abbastanza in bici per recuperare, un percorso molto tecnico ed un po’ insidioso per le mie caratteristiche, sono molto contento di aver preso parte a questo circuito ed in questa gara che si è disputata con ottimo meteo e bella località”.

Gianluca Pozzatti: "E’ sempre emozionante salire sul podio e felice di averlo fatto nel Grand Prix! Inoltre un podio a fine stagione ci voleva proprio! Adesso mi aspetta un po’ di riposo dopo questa lunga stagione agonistica, poi pronto a ripartire per un 2017 che spero sia pieno di nuove sfide ed emozioni”.

Daniel Hofer (vincitore Premio Emilio Di Toro): "Contento di aver vinto questo premio, ricordo ancora Emilio come presidente quindi è un onore. Circa il Grand Prix è evidente la crescita del circuito dal punto di vista della qualità di partecipazione."

 

Le dichiarazioni dei Presidenti delle società vincitrici:

Marco Comotto – Presidente Minerva Roma (vicepresidente FITRI)
“Minerva ancora quest’anno e fin dalla prima edizione del grand Prix vincitrice della classifica maschile! Non possiamo che essere felici… Ma in questa edizione ancora di più, sia per il livello del punteggio che indica crescita del livello qualitativo delle prestazioni, sia perché stiamo vedendo finalmente partecipare tanti giovani e stranieri di ottimo livello internazionale a questo circuito. Vuol dire che stiamo lavorando bene.”

Alessandro Alessandri – Presidente TD Rimini (consigliere FITRI)
“Molto contento di questo risultato, ancora una vittoria in campo femminile! Ci speravamo, abbiamo investito con gli stranieri perché crediamo nel potenziale di questo circuito e sulla sua crescita. Puntiamo a fare ancora meglio per la prossima stagione”.

Se gli atleti sono soddisfatti, anche la guida della società organizzatrice Ermes nonché ‘fresco’ presidente del comitato regionale Campania, Luigi Mastriani, mostra di esserlo altrettanto: “Siamo orgogliosi di aver ospitato per la terza volta una gara di qualità assoluta: dopo i campionati italiani di triathlon olimpico nel 2013 e 2014, oggi la riuscita della Finale del Grand Prix ha corrisposto il nostro obiettivo, ossia quello di vedere incontrarsi a Sapri giovani, elite ed anche stranieri di ottimo livello internazionale. Ho visto gli atleti soddisfatti e per noi questo è il maggior successo, vuol dire che abbiamo organizzato nel migliore dei modi un appuntamento prestigioso e non abbiamo tradito le aspettative dei protagonisti”.

La parola al Presidente Luigi Bianchi che traccia il bilancio di questa edizione: “Il nostro progetto è andato avanti ed è cresciuto, il nostro Grand Prix è ancora ‘piccolino’ rispetto a Paesi all’avanguardia come la vicina Francia, ma già tanti stranieri in più e tanti giovani al fianco degli elite, stanno arricchendo queste gare, rispetto alla prima edizione del 2014. Centro, nord e sud Italia sono stati coinvolti per l’organizzazione del GP: da Roma, passando per Cesenatico, fino a giungere qui a Sapri, gli sforzi della federazione per investire in risorse e montepremi è stato notevole. Siamo alla terza edizione e sono certo che anche per il futuro avremo ulteriori soddisfazioni e riscontri dal Grand Prix, che rappresenta motivo di credibilità acquisita in questo quadriennio per l’attività svolta, attività che si traduce anche nel notevole incremento del numeri dei tesserati e nel prestigio per essere riusciti ad ospitare per la prima volta in Italia una World Cup”.

Classifiche individuali complete: Maschile - Femminile 

GP TRIATHLON Premiazione uomini

premiazione uomini GP TRI 3 tappa

premiazione donne GP TRI 3 tappa

premio emilio di toro 2016 

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Click here - http://lbetting.co.uk claim ladbrokes bonus